Superfoods: i cibi della salute

di Dealma Franceschetti, blogger de La Via macrobiotica

pomo secchi

I cosiddetti “superfoods” non sono dei super eroi della Marvel, ma dei veri e propri super cibi, degli  alimenti dalle spiccate proprietà terapeutiche che andrebbero inseriti regolarmente nella nostra alimentazione.

Quali sono? Vediamone alcuni.

Daikon o ravanello gigante

Questo ravanello bianco dalla forma allungata stimola il corpo ad eliminare grassi e accumuli, soprattutto quelli di origine animale. Rinforza l’intestino crasso, scioglie i depositi di muco, abbassa il colesterolo, è leggermente diuretico e drenante.

Crudo è leggermente piccante, ma cotto è piuttosto dolce. Si usa in minestre e insalate.

Fungo Shitake

Abbassa il colesterolo, regolarizza la pressione, stimola il sistema immunitario, aiuta a dimagrire, rilassa il corpo, favorisce l’eliminazione dei depositi di sale e di grassi.

Si acquista secco (più difficilmente fresco) e si usa in minestre, zuppe o padellate di verdure. Se ne usa solo uno a persona, ammollandolo in acqua tiepida per 15 minuti prima di cuocerlo.

Alghe

Le alghe sono un vero scrigno di sali minerali, vitamine, antiossidanti e acidi grassi polinsaturi. Ma le loro proprietà più importanti sono quelle chelanti dei metalli pesanti e decontaminanti dagli ioni radioattivi. Si usano in piccole quantità in mille modi, il più semplice è all’interno di zuppe e minestre.

Miso

Si tratta di un condimento salato, preparato facendo fermentare la soia con un cereale (orzo o riso). E’ alcalinizzante, disintossicante e tonificante della mucosa del tubo digerente.

Si usa per salare e insaporire zuppe e minestre. Va aggiunto a fine cottura, sciogliendolo a parte.

Acidulato di umeboshi

E’ un condimento salato e acidulo. Si tratta della salamoia delle prugne umeboshi.

E’ un potente alcalinizzante, rimineralizzante, disintossicante, stimola la funzionalità epatica, favorisce la flora batterica intestinale e la digestione.

Si usa a crudo per condire verdure cotte e crude. Ma è ottimo anche sui cereali. Sostituisce il sale e l’aceto.

Zenzero

La radice di zenzero fresca si trova ormai facilmente i tutti i supermercati. Si usa solitamente il succo, che si ottiene grattugiando un pezzo di radice e spremendo tra le dita la polpa ottenuta.

Il succo di zenzero è dimagrante, anti nausea, favorisce l’eliminazione del muco, allevia il mal di testa, migliora la circolazione e riduce i gonfiori addominali.

La cottura disattiva alcune proprietà, quindi è meglio aggiungerlo alla fine a crudo.

Si usa in cucina per insaporire oppure nel tè.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...